martedì 21 aprile 2009

La scienza che evolve

Non posso esimermi dal commentare anche io la conferenza del 19 aprile tenuta da Marcianò e Pattera a Milano. Ho ascoltato le registrazioni e onestamente sono state dette talmente tante inesattezze che elencarle tutte sarebbe troppo lungo. Mi preme, invece, soffermarmi su una piccola parte dell'intervento di Pattera che trovo essere il tipico esempio di come è facile presentare un fatto nascondendo il suo reale significato. Per vostra comodità, dopo ogni citazione, potrete trovare i minuti della registrazione da dove è stata estratta. Come già spiegato in un intervento precedente, i report, scritti dal biologo qualche settimana fa, ad un occhio preparato non lasciano dubbi: si tratta di tela di ragno. Ciò è talmente evidente che lo stesso Pattera conclude dicendo:

"[...]i filamenti raccolti nelle diverse località del nord Italia a Novembre sono di
origine animale e più precisamente presentano un comportamento molto simile a quello dimostrato dalle ragnatele che quotidianamente incontriamo, anche se rispetto a queste ultime possiedono una maggiore tenacità e una maggiore resistenza alla solubilizzazione nei reattivi specifici.
"

il documento viene tranquillamente pubblicato qui.
Lo stesso documento viene citato dal biologo in conferenza:

"Questa relazione non vuole essere un report scientifico vero e proprio, ma una sorta di compendio di quello che è stato fatto, utilizzando un approccio il più possibile scientifico per far luce sulla natura di questi campioni, compatibilmente con le risorse a nostra disposizione." [1.04.00]

Scusate, ma questa frase continuo a non capirla, suona un po' come l'aver fatto analisi a casaccio, con metodi di fortuna, sperando di capirci qualcosa.

Tuttavia proseguendo con il discorso afferma:

"Che senso ha parlare di seta volante? Innanzitutto è una seta sintetica perchè non esiste una seta così in natura [...]" 1.08.00

Questo si che è anomalo! Pattera sta dicendo l'esatto opposto di quanto ha scritto nel documento che, oltre ad aver scritto, sta leggendo in quel momento. Come mai evita accuratamente le conclusioni? Questo temo resterà un mistero.

Il meglio deve ancora venire:

Durante la presentazione del fenomeno delle scie chimiche Pattera sfida il pubblico a smentire le sue affermazioni sui parametri di formazione delle scie di condensazione. Giustamente in sala interviene Attivissimo che (nonostante gli insulti e le offese del pubblico sempre civile e aperto al dialogo) mostra un articolo del 1953 nel quale si mostrano condizioni di umidità relativa necessaria anche pari a 0% (mentre Pattera sosteneva che il valore minimo dovesse essere 70%) [0.48.00]
Pattera è spiazzato, non sa cosa dire e quindi tira dritto per la sua strada aggirando la smentita:

"Le do per buona che quel documento approvato nel '55 sia ancora valido cosa che noi...comunque andiamo avanti [...]" [0.49.00]

Allora i documenti successivi agli anni '90 non valgono perchè sono recenti e sarebbero manipolati dalla lobby "piramidale" che controlla tutto, quelli del '53 sono vecchi e non valgono più, allora quali vanno bene? Forse Pattera non sa che la letteratura sulle contrails cita ancora oggi quell'articolo come il primo in bibliografia, ovverto tutti fanno riferimento a quel lavoro. Chiaramente oggi le condizioni sono meglio definite, ma tutti sono ancora concordi che per generare una scia di condensazione sia sufficiente un'umidità relativa pari a 0% (a patto che l'ambiente in quota sia sufficientemente freddo).
Direi che se fossi stato li sarei rimasto allibito, un relatore parla di scie chimiche, scie di condensazione, condizioni di formazione etc e non conosce minimamente la letteratura? Siamo bravi tutti a fare gli esperti così.

Ma le cose vanno di male in peggio. Al termine delle relazioni, durante le domande sempre Attivissimo pone una domanda sui filamenti misteriosi analizzati dal nostro biologo, o meglio precisa quanto ho precisato io all'inizio di questo intervento.
Ancora una volta Pattera è spiazzato, interviene il moderatore, Max Gaetano (grazie a Francesco e Acarsterminator per la segnalazione), che crede:

"[...] che le teorie dei ragni migratori siano piuttosto ridicole, no?"

No! Prima di dare giudizi forse sarebbe il caso di informarsi, invece di credere.

"Lei sarebbe, evidentemente, l'unico scienziato al mondo, avrebbe una cattedra sicuro, perchè i ragni migratori non esistono"

Non pensavo che la conoscenza dell'esistenza di ragni migratori fosse un presupposto per avere una cattedra (dove e per cosa non è dato saperlo).
Possiamo perdonare Pattera per non conoscere le condizioni di formazione delle scie di condensazione, insomma è vero che se si parla di un certo argomento, sarebbe buona norma informarsi, ma cercare la letteratura scientifica richiede tempo ed evidentemente Pattera ha altro da fare, tuttavia questa dei ragni è veramente incredibile.
Anche in questo caso di lavori sul ballooning (la migrazione dei ragni) ce ne sono a centinaia; ne cito uno molto dettagliato risalente al 1956:

"Although it has been known since the time of Aristotle that spiders can make airborne
excursions, the first accurate observations were published by the pioneer
British arachnologist John Blackwall( 1827)"

"Sebbene è noto sin dai tempi di Aristotele che i ragni possono fare escursioni trasportati dal vento, la prima osservazione accurata è stata pubblicata dall' aracnologo pioniere britannico John Blackwall (1827)"

Fonte: Aerial Dispersal in a Known Spider Population, The Journal of Animal Ecology, 1956, 85

Insomma è vero che un documento scientifico del 1956 (o del '53) non è aggiornato e può contenere errori sui quali si è poi fatta chiarezza, ma qui stiamo parlando di negare un comportamento di un intero ordine di aracnidi, se non addirittura la loro esistenza, noto fin dai tempi di Aristotele! L'affermazione di Pattera è di una gravità estrema: un biologo non sono ammette candidamente di non conoscere comportamenti di animali già noti millenni fa, ma si permette pure di fare dell'ironia. Io fossi in Pattera, e avessi appena dimostrato di avere una conoscenza della scienza inferiore a quella di un uomo di 2000 anni fa, avrei ben poco da ridere.
Come minimo auspico delle scuse pubbliche per l'inutile ironia fatta verso Paolo Attivissimo che stava semplicemente dicendo una cosa palese da millenni.
La cosa è ancora più grave se aggiungiamo che Pattera sa da tempo della faccenda dei ragni migratori e non si è mai nemmeno scomodato a fare una ricerca su google, visto che la ricerca "ballooning spider" (senza virgolette) fornisce solo 1.490.000 risultati.

17 commenti:

Nico ha detto...

Viene difficile scartare la malafede in questi casi.. molto difficile.

gg ha detto...

http://www.riosaeba78.altervista.org/2009/04/21/pattera-i-ragni-migratori-non-esistono-ignoranza-o-malafede/

Simone ha detto...

@Nico

Personalmente credo che dal loro punto di vista tutto sia lecito pur di far emergere la Verità in cui credono ciecamente. Voglio dire che sono convinti di combattere contro un potere (economico, militare, poilitico etc...) oltre ogni immaginazione, in grado di ascoltare tutto, falsificare tutto, insabbiare tutto.
Se non cercassero di "abbellire" i loro risultati che probabilità avrebbero di risultare ancora vagamente credibili?

@gg

Grazie visto

Dario ha detto...

in grado di ascoltare tutto, falsificare tutto, insabbiare tutto. E quel potere onnipotente li lsacia tenere tranquillamente una conferenza pubblica annunciata con settimane di anticipo?

Non sarebbe bastato inventarsi un'ispezione dei VVFF all'ultimo momento od una violazione dei diritti di autore per zittirli quietamente?

Alessandro ha detto...

Certo che anche un chimico come te che ignora che Aristotele era solo uno dei primi della setta di alchimisti che da secoli controlla il mondo e, prevedendo il futuro, aveva già predisposto una copertura per le operazioni di irrorazione chimica attuali....

:)

Scherzi a parte, bel post. E' sempre un piacere leggerti.
Buona giornata.

Simone ha detto...

@Dario

Certo, infatti, come insegna Attivissimo la teoria del complotto prevede un cospiratore potentissimo sotto ogni punto di vista, ma così maldestro che si fa scoprire dalla prima persona che, senza alcuna preparazione o competenza, osserva attentamente. Non so se ci hai fatto caso, ma nella teoria delle scie chimiche ricorre ciclicamente la frase "basta osservare". E' la trama di una fiaba: il grosso nemico brutto e cattivo viene sconfitto dal prescelto piccolo e apparentemente indifeso (es: Davide e Golia).
Se l'avversario fosse considerato imbattibile (e dovrebbe esserlo visti i suoi supposti poteri) allora il gioco finirebbe.
Considerarsi dei prescelti, dei portatori di Verità è troppo appagante per poter ragionare logicamente e rendersi conto che se il "nemico" fosse veramente quello da loro teorizzato a quest'ora non sarebbero ancora liberi di parlare.

@Alessandro
Tu ci scherzi ma Vibravito aveva sostenuto una cosa del genere durante la conferenza di Novi Ligure.

Felice che ritenga il mio blog piacevole.

Nico ha detto...

Simone:
Voglio dire che sono convinti di combattere contro un potere (economico, militare, poilitico etc...) oltre ogni immaginazione, in grado di ascoltare tutto, falsificare tutto, insabbiare tutto.Se io fossi nei loro panni, cercherei di non fare le stesse cose che fa "il potere"... invece loro falsificano, cercano di carpire le identità, insabbiano quando vengono scoperti..
E' per questo che dico che potrebbero essere LORO gente mandata ad arte per 2 scopi:
1) Dare enfasi alla bufala scie chimiche (che distoglie lo sguardo della gente dal guardare lo scempio vero delle mafie che controllano i rifiuti).
2) Nello stesso tempo ridicolizzare tutto il movimento delle scie perchè attiri ancora più attenzione.

E su questo sarebbe bene indagare un po' più in profondità.

Alessandro ha detto...

@Alessandro
Tu ci scherzi ma Vibravito aveva sostenuto una cosa del genere durante la conferenza di Novi Ligure.
Oh porco gatto! :P

axlman ha detto...

Ciao simone.

Premesso che io scrivo poco o niente perché sono bastard inside, quindi difficilmente mi spertico in complimenti ma intervengo solo quando vedo magagne da puntualizzare, mi aspetto di contro qualche tiratina d’orecchie quando ce ne è bisogno: mi riferisco a questo mio post, cui ti pregherei, se hai voglia e tempo, di fare le pulci.

Skure ha detto...

signori, Pattera è a conoscenza delle ragnatele DA ANNI.

Altro che "non esistono i ragni migratori"

Le ha studiate con il CUN, e in passato erano chiamate "capelli d' angelo", e, sempre in passato, all' inizio erano "correlate forzatamente" ad avvistamenti UFo, dopodichè un chimico le analizzò.....ragnatele.

Tutto questo succedeva qualcosa come 15 anni fa, se fate delle ricerche su "capelli d' angelo" si aprono le cataratte:
Pattera stava mentendo, sapendo di mentire.

Attila ha detto...

Ma anche i bambini sanno che la CIA nel 700 a.C. costruiva i ragni volanti con la nanotecnologia per diffondere il morbo del morgellons che sarebbe stato "scoperto" circa 2700 anni dopo e per coprire le scie chimiche che sarebbero state irrorate dal 1996... palese... quasi lapalissiano...

Cordialità

Attila

Skeptic ha detto...

Non sono psicologo, ma secondo me sono vittime di un meccanismo che a lungo andare li porta a convincersi che le c...ate che sparano siano reali.
Guardando Pattera da vicino sembrava veramente convinto di ciò che diceva.

Comunque, sia ignoranca o malafede, c'è da preoccuparsi, sono pericolosi.

Silent Bob ha detto...

Ciao Simone,
su tankerenemy ho letto qualche commento che parlava di onde scalari.
Alcune delle caratteristiche di queste onde, secondo il commentatore, erano:
viaggiare a 1.5 volte la velocita' della luce;
passare il "test della gabbia di Faraday" (immagino intendesse che queste onde possono passare attraverso una gabbia di Faraday);

E' passato un po' di tempo da quando studiavo fisica, ma queste caratteristiche mi sembrano impossibile.. Potresti offrire qualche chiarimento su cosa sono le onde scalari, quando hai un attimo?

AcarSterminator ha detto...

@ Simone
interviene il moderatore (se qualcuno sa chi è me lo faccia sapere, per favore).

MAX, organizer di "David Icke Meetup.no nwo".


@ Silent Bob
Imparare divertendosi: qui. :)


Michele.

AcarSterminator ha detto...

@ Silent Bob
Scusa, il link è questo.

AcarSterminator ha detto...

Simone, scusa se mi permetto, ma non mi sembri molto sveglio. Ti capita un incidente che ti tiene un mese a letto, proprio quando sono previste due conferenze su scie chimiche, con relatori proprio Marcianò e Pattera...
Tu lo classifichi "incidente"??
2+2... ;-)

Scusa se scherzo, mi sembra ci si possa scherzare ora, spero.
Auguri anche da parte mia.

Michele.

Simone ha detto...

@Silent Bob

Non essendo un fisico ti chiedo di portare pazienza, dovrò consultarmi con il gruppo di esperti a cui faccio riferimento per evitare di scrivere cavolate (che comunque ogni tanto sfuggono comunque). Per ora accontentati dei link che ti sono stati forniti, danno già un'idea del rapporto tra vettore e scalare nel comune senso scientifico. Il resto è fantascienza (come il tricolbalto).

@Acar

Certo, infatti, se credessi al leggendario "complotto al contrario" dovrei supporre che una lobby di potere mi ha reso invalido per 40 giorni in modo da poter evitare la mia scomoda presenza ai convegni. Diciamo che Paolo è bravissimo e sa un sacco di cose, ma io sono lo specialista ^^
Detto questo comunque non avrei fatto molte domande, ne avrei fatta solo una, ma non ve la dico perchè la tengo per la prossima volta che il destino mi permetterà di assistere dal vivo ad un intervento di Rosario (SUV permettendo).
Comunque si, puoi scherzare visto che non ho avuto danni permanenti. ^^

Grazie a tutti per gli auguri e la solidarietà, comunque adesso va decisamente bene, si tratta solo di avere un po' di pazienza.